Superbonus 110%

IN COSA CONSISTE L'AGEVOLAZIONE FISCALE
L’agevolazione fiscale consiste in detrazioni dall’Irpef (Imposta sul reddito delle persone fisiche) o da ll’Ires (Imposta sul reddito delle società, solo nel caso di interventi sulle parti comuni di condomini) ed è concessa quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti o ne riducono il rischio sismico.

SPESE AMMISSIBILI
La detrazione riconosciuta va ripartita tra gli aventi diritto, per le spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2022, in 4 quote annuali di parti importo, entro i limiti di capienza dell'imposta annua derivante dalla dichiarazione dei redditi. L'agevolazione non è cumulabile con altre forme di incentivo previste per la medesima categoria di intervento.
In alternativa alla fruizione diretta della detrazione, è possibile optare per un contributo anticipato sotto forma di sconto praticato dai fornitori di beni o servizi (sconto in fattura) o per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante.
Per le spese ammesse, la legge di bilancio 2022 prevede le seguenti scadenze e detrazioni:

  • Per interventi effettuati fino al 31 dicembre 2022 da parte di persone fisiche su edifici unifamiliari, spetta una detrazione del 110%, con la clausola che al 30 giugno 2022 i lavori siano stati effettuati per almeno il 30% dell'intero intervento;
  • Per interventi effettuati fino al 31 dicembre 2023 da parte di ICAP su immobili adibiti a edilizia residenziale pubblica o da parte di cooperative di abitazione su immobili assegnati ai propri soci, spetta una detrazione del 110%, con la clausola che al 30 giugno 2023 i lavori siano stati effettuati per almeno il 60% dell'intero intervento;
  • Per interventi effettuati fino al 31 dicembre 2025 da parte di condomini o persone fisiche (che non esercitino attività di impresa, arte e professione) su edifici composti da 2 a 4 unità immobiliari distintamente accatastate che siano posseduti da un unico proprietario o in comproprietà, spettano le seguente detrazioni:
    • detrazione del 110% per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2023;
    • detrazione del 70% per le spese sostenute nel 2024;
    • detrazione del 65% per le spese sostenute nel 2025.

    Anche gli interventi effettuati dalle Onlus (Organizzazioni non lucrative di utilità sociale), dalle organizzazioni di volontariato e da quelle di promozione sociale rientrano in questa categoria.


INTERVENTI INCENTIVABILI
Gli interventi ammessi agli incentivi vengono suddivisi in due categorie:

INTERVENTI TRAINANTI:

Interventi ammessi Numero u.i. Massimali

Isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate delimitanti il volume riscaldato, con incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda 1 (edificio unifamiliare o indipendente) 50'000 €
2 - 8 40'000 € / u.i.
> 8 30'000 € / u.i.

Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale su parti comuni con caldaia a condensazione, pompe di calore, apparecchi ibridi, sistemi di microcogenerazione o collettori solari fino a 8 20'000 € / u.i.
> 8 15'000 € / u.i.

Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale su edifici unifamiliari o u.i. indipendenti - 30'000 €

Interventi antisismici cfr. Guida Agenzia delle Entrate
 

INTERVENTI TRAINATI: sono interventi ammessi solo congiuntamente ad uno degli interventi della tabella precedente:

  • Interventi di efficientamento energetico previsti dal D.L. n°63/2013, quali ad esempio sostituzione serramenti o infissi, installazione schermature solari, sostituzione generatore di calore con pompe di calore o collettori solari (consulta la pagina dedicata per maggiori dettagli);
  • Installazione di impianti solari fotovoltaici e di sistema di accumulo;
  • Infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici;
  • interventi di eliminazione delle barriere architettoniche (16-bis, lettera e) del TUIR).
 

MIGLIORAMENTO CLASSE ENERGETICA
Ai fini dell'accesso agli incentivi, nel caso di interventi di isolamento termico o sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale, deve essere assicurato il miglioramento di almeno due classi energetiche dell'edificio ovvero il conseguimento della classe più alta, qualora l'edificio ante-operam si collochi nella penultima classe A3). Tale valutazione deve essere effettuata attraverso la redazione dell'Attestato di Prestazione Energetica ante-operam e post-operam, rilasciato da un tecnico abilitato. Nel caso di condomini, la valutazione deve essere fatta a livello di intero edificio.


PER MAGGIORI INFORMAZIONI:
Sezione dedicata del sito dell'Agenzia delle Entrate
Portale ENEA sulle detrazioni fiscali
Consulta le FAQ sul Superbonus 110% raccolte dall'ENEA

CLICCA QUI PER SCOPRIRE LE DETRAZIONI PER INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO (ECOBONUS)
CLICCA QUI PER SCOPRIRE LE DETRAZIONI PER INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA (BONUS CASA)
CLICCA QUI PER SCOPRIRE IL BONUS FACCIATE